21° VJ WINTER FESTIVAL, IL JAZZ BRILLA NEL VALDARNO

4 Feb

Dal 9 febbraio al 22 marzo 2012 nei comuni del Valdarno torna la kermesse jazzistica diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e dal contrabbassista Gianmarco Scaglia, in collaborazione con Eventi Music Pool

 21° VJ WINTER FESTIVAL, IL JAZZ BRILLA NEL VALDARNO

Otto eventi tra stelle internazionali e certezze italiane. Attesa per gli Yellow Jackets, la mitica band statunitense di jazz e fusion (22 marzo). In programma anche due mostre dedicate al jazz

Il Valdarno, situato tra Arezzo e Firenze, diventa anche quest’anno la casa del jazz internazionale. Dopo il ciclo di guide all’ascolto in preparazione del festival, si inaugura sabato 9 febbraio la 21° edizione del VJ – Valdarno Jazz Winter Festival, kermesse musicale diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e dal contrabbassista Gianmarco Scaglia, in collaborazione con Eventi Music Pool e inserito nel Network Sonoro, cartellone che riunisce i festival toscani. Fino al 22 marzo in programma otto eventi di grande musica, animati dalle stelle del jazz italico e internazionale, che si terranno tra l’Auditorium Le Fornaci a Terranuova Bracciolini, l’Auditorium Comunale di Montevarchi e il Teatro Bucci di San Giovanni Valdarno.

Un’edizione che, in un momento di difficoltà sociale ed economica, punta alla qualità come faro guida, per rafforzare l’idea della necessità dell’arte e della musica nella vita di ognuno. Nel cartellone, l’apertura, sabato 9 febbraio alle ore 21.30 a Terranuova Bracciolini, è affidata alla nuova produzione del Quintetto di Daniele Malvisi, “Virtuos circles of Miles Davis”, uno sguardo a 360° sull’opera davisiana, che ne esamina tutti gli aspetti, dalle composizioni giovanili meno conosciute ai grandi successi, da Nefertiti, Seven Steps to Heaven, Kind of Blue, a Amandla, Tutù. Segue l’European Trio del pianista Antonio Faraò, considerato dalla critica uno dei più interessanti pianisti jazz dell’ultima generazione, presente il 16 febbraio a Terranuova accompagnato da Martin Gjakonovski al contrabbasso e Vladimir Kostadinovic alla batteria.

Il 23 febbraio, a Terranuova, doppio appuntamento: in apertura il Progetto Originals del quartetto di Gianmarco Scaglia, omaggio al suono acustico degli strumenti del musicista emiliano, da anni attivo in Toscana (tra le collaborazioni di prestigio Joe Diorio, Skip Hadden, Paul Wertico, John Helliwell, Danilo Rea, Paolo Fresu).  A seguire il Quartetto di Carmelo Emanuele Patty, vincitore del concorso Jazz by the pool 2012 per nuovi talenti della musica contemporanea. Una serata speciale, in cui giovani e affermati professionisti del jazz si incontrano all’insegna della buona musica. Stesso palco, il 1 marzo, per  Emanuele Cisi, sassofonista torinese tra i più apprezzati (nel 1985, a soli 21 anni, è nei ricostituiti Area, tra le collaborazioni da Clark Terry, a Jimmy Cobb, Billy Cobham, Toquinho, Sting e molti altri), che incontra il contrabbassista e compositore Massimiliano Rolff e il grande batterista newyorkese Eliot Zigmund, leggenda del jazz americano. Zigmund è l’instancabile drummer che con grande creatività e sapienza ha affiancato nella sua carriera e su progetti stabili grandi artisti come Bill Evans, Michel Petrucciani, Jim Hall, Stan Getz e Benny Golson solo per citarne alcuni.

Sesto appuntamento, il 10 marzo, presso l’Auditorium comunale di Montevarchi, con le note suadenti del duo formato dal vocalist anglo-italiano Alan Farrington e dal chitarrista Sandro Gibellini, a cui segue, sempre a Montevarchi, il 17 marzo, il Valdarno jazz ensemble, l’appuntamento che valorizza la scena musicale giovanile. La chiusura del festival, il 22 marzo presso il Teatro Bucci a San Giovanni, è con Yellow Jackets, mitica e longeva (dal 1977) band statunitense di jazz e fusion, in cui compaiono giganti del jazz del calibro del pianista Russell Ferrante, del bassista Felix Pastorius, del batterista Will Kennedy e del sassofonista Bob Franceschini.

In programma anche due mostre d’arte, ad ingresso libero: la prima, dal titolo “L’evoluzione della batteria nel jazz”, a cura di Alessandro  Bianchini, presenta una collezione di batterie d’epoca, mettendo in luce i cambiamenti che la batteria, intesa come insieme di strumenti a percussione, ha subito dalle prime apparizioni nella scena musicale jazzistica dall’inizio del secolo ‘900 fino ai giorni nostri (dal 1 marzo presso l’Auditorium Le Fornaci, in replica il 22 marzo al Teatro Bucci); la seconda, “Riservato agli amici del Valdarno Jazz”, è l’esposizione fotografica a cura di Carlo Braschi, fotografo ufficiale del Festival, con vari scatti che immortalano i protagonisti delle 20 edizioni passate, dal 16 marzo a Le Fornaci.

 “Sarà un’edizione a base di buona musica e di interplay, che ha l’intento di coinvolgere la scena jazzistica tutta”, dicono i direttori artistici Daniele Malvisi e Gianmarco Scaglia. “Vogliamo che il Valdarno Jazz sia affare di molti, e non di pochi. È per questo che durante l’anno organizziamo le guide all’ascolto e una serie di iniziative volte a coinvolgere le associazioni della zona. Il Valdarno Jazz pensa sempre in grande, ma per farlo parte sempre dalla situazione in cui è nato. È un festival ben ancorato al territorio. Ci teniamo a sottolinearlo perchè oggi, più che mai, è importante essere uniti e capire che la sopravvivenza della musica di qualità dipende sempre più dalla nostra coesione e forza di volontà”.

Ingresso ai concerti 10 euro intero – 7 euro ridotto (under 26/ over 65). Biglietto unico per Yellow Jackets 18 euro intero, 16 ridotto. Possibilità di abbonamento a cinque spettacoli da 28 a 40 euro, escluso Yellow Jackets.

Sito web: https://valdarnojazzfestival.wordpress.com/; info 339 4762352 / 335 6919900; mail a valdarnojazz@gmail.com. Per concerto Yellow Jackets informazioni 055 240397, prevendite on line www.eventimusicpool.it,  altre prevendite: www.ticketone.it – Circuito Regionale Box Office tel. 055/210804 www.boxol.it.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: