Venerdì 1 marzo presso l’Auditorium Le Fornaci a Terranuova Bracciolini Tra leggende e promesse del jazz, al VJ il sax di Emanuele Cisi incontra la storica batteria di Eliot Zigmund

28 Feb

 Valdarno Jazz, venerdì 1 marzo presso l’Auditorium Le Fornaci a Terranuova Bracciolini

Tra leggende e promesse del jazz, al VJ il sax di Emanuele Cisi incontra la storica batteria di Eliot Zigmund

Emanuele Cisi al sax tenore, Massimiliano Rolff al contrabbasso, Eliot Zigmund alla batteria

 

Il Valdarno Jazz Festival, diretto da Daniele Malvisi e Gianmarco Scaglia, cala uno degli assi della sua 21° edizione. Venerdì 1 marzo presso l’Auditorium Le Fornaci a Terranuova Bracciolini (via Veneto), alle ore 21.30, appuntamento speciale, tra leggende e promesse del jazz, con il trio capitanato dal sassofonista torinese Emanuele Cisi, uno dei musicisti Italiani più apprezzati sulla scena jazz internazionale: nel 1985, a soli 21 anni, è nei ricostituiti Area, mentre nel 1995 è il vincitore della categoria Nuovi Talenti nel Top Jazz della rivista Musica Jazz. Accanto a lui, in formazione per il Valdarno Jazz Winter Festival, il grande batterista newyorkese Eliot Zigmund, leggenda del jazz americano, instancabile drummer che con grande creatività e sapienza ha affiancato nella sua carriera e su progetti stabili grandi artisti come Bill Evans, Michel Petrucciani, Jim Hall, Stan Getz Pat Metheny e Benny Golson, solo per citarne alcuni. Musicista caratterizzato da un solido senso del beat, abbinato a grande gusto e sensibilità musicale, rimane tutt’oggi uno dei batteristi di riferimento della scena mondiale. Completa la formazione una nuova promessa del jazz Italiano, il contrabbassista e compositore Massimiliano Rolff. Ne scaturisce un concerto jazz in cui tradizione e ricerca si intrecciano con un sound asciutto e contemporaneo.

 Nell’occasione del concerto, si inaugura venerdì presso l’Auditorium, ad ingresso libero, la mostra “L’evoluzione della batteria nel jazz”, a cura di Alessandro Bianchini; presenta una collezione di batterie d’epoca, mettendo in luce i cambiamenti che la batteria, intesa come insieme di strumenti a percussione, ha subito dalle prime apparizioni nella scena musicale jazzistica dall’inizio del secolo ‘900 fino ai giorni nostri (mostra in replica il 22 marzo al Teatro Bucci). Ingresso 10 euro intero, 7 ridotto (under 26/over 65, ulteriori info: https://valdarnojazzfestival.wordpress.com/; info 339 4762352 / 335 6919900).

Emanuele Cisi ha inciso una dozzina di cd come leader (o co-leader), e più di 50 come sideman, in vari paesi europei per etichette italiane e straniere (tra cui Emi, Blue Note, Universal, BMG). Ha suonato in concerti e registrazioni radiotelevisive in Europa, Stati Uniti, Cina, Oceania, collaborando con alcuni dei più importanti musicisti della scena mondiale come Clark Terry, Jimmy Cobb, Billy Cobham, Nat Adderley, Aldo Romano, Steve Grossman, Toquinho, Flavio Boltro, Sting e molti altri. Il suono personale e ricercato, l’approccio energico, uniti a una profonda conoscenza della tradizione e a uno spiccato senso della melodia e dello swing, sono i tratti salienti del suo stile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: