Da Paul Wertico a Peter Erskine a Ralph Alessi, i big del jazz internazionale al 24° Valdarno Jazz Summer Festival

12 Giu

 

24° edizione per la kermesse jazzistica diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e dal contrabbassista Gianmarco Scaglia, in collaborazione con Music Pool

Da Paul Wertico a Peter Erskine a Ralph Alessi, i big del jazz internazionale al 24° Valdarno Jazz Summer Festival

In programma la prima nazionale di ‘Free the opera’ con Paul Wertico (3 luglio), Peter Erskine European Trio con Palle Danielsson e Rita Marcotulli (6 luglio), Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra con Marco Tamburini (16 luglio), Jatzt Trio (19 luglio), VJ jazzcombo con Daniele Malvisi, Gianmarco Scaglia e Giovanni Paolo Liguori più special guest (20 luglio), XY Quartet con Nicola Fazzini e Alessandro Fedrigo (22 luglio), Alessandro Lanzoni Trio con Ralph Alessi (29 luglio)

Edizione anti-crisi ad ingresso libero

Dalla batteria di Paul Wertico a quella di Peter Erskine; dalla tromba di Ralph Alessi a quella di Marco Tamburini; dal pianoforte di Rita Marcotulli a quello di Alessandro Lanzoni, al sax alto di Nicola Fazzini: da giovedi 3 luglio a martedi 29 luglio i big del jazz internazionale saranno nel Valdarno per la 24° edizione del Valdarno Jazz Summer Festival, kermesse musicale diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e dal contrabbassista Gianmarco Scaglia. L’evento, in collaborazione con Music Pool, si svolgerà nei comuni del Valdarno (Terranuova Bracciolini, San Giovanni Valdarno e Montevarchi), tra Firenze ed Arezzo, con sette appuntamenti a base di musica di qualità e interplay, insiele alle stelle del jazz internazionale e italiano.

Sarà un’edizione completamente anti-crisi e gratuita, che vedrà avvicendarsi, nelle piazze e negli anfiteatri, la prima nazionale di ‘Free the opera’ con Paul Wertico (batterista storico del Pat Metheny Group), Fabrizio Mocata e Gianmarco Scaglia, in cui le arie delle più famose opere di Verdi e Rossini diventano il punto di partenza per improvvisazioni e vagheggiamenti(3 luglio, Anfiteatro La Ginestra, Montevarchi). Seguirà il Peter Erskine European Trio, trio di fuoriclasse formato dal batterista Peter Erskine (Mike Brecker, Mike Mainieri, Don Grolnick e Eddie Gomez negli Steps Ahead, Maynard Ferguson, Bob Mintzer e Kenny Wheeler, Chick Corea), dal contrabbassista Palle Danielsson (Bill Evans, KeithJarrett, KennyWheeler, GeriAllen, MichelPetrucciani), e dalla pianista Rita Marcotulli (Chet Backer, Pat Metheny, Nils Petter Molvær, Anders Jormin e Anders Kjellberg).Un nuovo progetto che per un mese vedrà impegnati in un tour europeo i tre artisti di fama mondiale. L’intesa è straordinaria: Rita Marcotulli darà fondo alla sua vena lirica ed evocativa, che Danielsson accoglierà al contrabbasso con accenti tutti scandinavi, mentre Peter Erskine ne valorizzerà le melodie luminose (6 luglio, piazza Liberazione, Terranuova Bracciolini).

Terzo appuntamento con Duccio Bertini & Rainbow Jazz Orchestra,una big band di 15 elementi, composta da alcuni tra i migliori talenti del jazz italiano e da musicisti attivi già da tempo sulla scena jazzistica italiana, che incontreràper l’occasioneMarco Tamburini alla tromba(16 luglio, piazza Liberazione, Terranuova Bracciolini). Ed ancora: il giovane Jatzt Trio, formazione tedesca con Tobias Frohnhofer alla batteria, Apollonio Maiello al piano e Veronika Frisch al basso, vincitore del Jazz by the Pool 2013 (19 luglio, Fattoria di Montelungo, Terranuova Bracciolini); il VJ jazzcombo, in pieno spirito del festival, con Daniele Malvisi, Gianmarco Scaglia e Giovanni Paolo Liguori più special guest (20 luglio, Beta Bar, Terranuova Bracciolini); XY Quartet in cui il sax di Nicola Fazzini e il basso di Alessandro Fedrigo creeranno, con il vibrafonista Saverio Tasca e il batterista Luca Colussi, una musica innovativa (22 luglio, Anfiteatro La Ginestra, Montevarchi). Chiusura con il trio di Alessandro Lanzoni, formato da Alessandro Lanzoni al pianoforte (Top Jazz di Musica Jazz come artista emergente del 2013), Matteo Bortone al contrabbasso e Enrico Morello alla batteria, che si uniranno per l’occasione alla tromba californiana di Ralph Alessi (tra le collaborazioni Steve Coleman, Uri Caine, Ravi Coltrane, Fred Hersch, Don Byron – 29 luglio, piazza Masaccio, San Giovanni Valdarno).

L’evento di apertura del 24° Valdarno Jazz Summer Festival sarà la prima nazionale del progetto ‘Free The Opera!’, album da poco uscito per la Ram Records, firmato dal pianista siciliano Fabrizio Mocata, dal contrabbassista emiliano Gianmarco Scaglia, e dallo statunitense Paul Wertico, storico batterista del Pat Metheny Group dal 1983 al 2001, e attualmente collaboratore di musiciti del calibro di Larry Coryell, Kurt Elling e Jeff Berlin.  Il titolo suggerisce la volontà di ‘liberare’ le arie di alcune famose opere dal ‘fardello’ delle liriche. Tra i brani che saranno eseguiti ‘Nei cieli bigi’, ‘Meeting of the minds’, ‘Il coro degli zingari’, ‘La donna è mobile’, ‘Lucia in the Sky’, e ‘Random Access Memory’ (Va’ Pensiero).

L’inizio dei concerti è alle ore 21.30, con esclusione dell’evento Vj Jazzcombo del 20 luglio in cui il primo concerto si terrà alle ore 18.30 mentre il secondo alle ore 21.00. In occasione dell’apertura del festival, giovedi 3 luglio, l’evento sarà preceduto da una degustazione eno-gastronomica dedicata ai sapori toscani.

Ingresso libero ai concerti. Per ulteriori informazioni: https://valdarnojazzfestival.wordpress.com/ e sui social del festival. Infoline al 335.6919900.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: