About

The Valdarno Jazz Festival is a strong reality in the jazzy scenery.

The festival was born in 1998 from the amalgamation of two jazzy reality, Montevarchi Jazz summer edition and Terranuova Jazz winter edition. The first one had Daniele Malvisi art direction (tuscan sax player) and the second one with Gianmarco Scaglia art director (double bass player)

The festival grows into two edition in all Valdarno area, that take place one in July and one in February, under the two musicians direction.

A very interesting musical event in the Florence and Arezzo area, inserted in Italian jazz Guide. The festival distinguishes in the italian jazzy festival panorama because the festival doesn’t follow  market logics alternating famous musicians with particular italian creative project, choosed accourately by the Valdarno Jazz Association, born under Malvisi and Scaglia guide. The festival is followed by critics and by expert listeners.

Thanks to several collaborations with local association, the festival puts the attention on the popular appeal.

The kermess success grows out from the belief that jazz is not for few. In every program people can find appointments dedicated to the listening guide, always full of people, and concert-lessons. The festival in this way gives very interesting input to the listener that want to appreciate good jazz music, that is not for a few people.

Curiosity: every year the Valdarno Jazz Festival poster is realized with a graphic elaboration based on a  local painter paint.

_____________________

Valdarno Jazz Festival è una realtà ormai consolidata nel panorama jazzistico internazionale.  Nasce nel 1998 dalla fusione di due rassegne, Montevarchi Jazz, festival estivo, con la direzione del sassofonista toscano Daniele Malvisi, e Terranuova Jazz, invernale, con la direzione artistica del contrabbassista emiliano Gianmarco Scaglia. Con la nascita dell’Associazione Valdarno Jazz, e la guida congiunta di Malvisi e Scaglia, il festival si amplia a tutto il territorio valdarnese, prevedendo due appuntamenti fissi annuali: il VJ winter, che si svolge a febbraio, e il VJ summer, che si svolge a luglio.

Evento musicale di spicco dell’area fiorentina e aretina, è inserito nella Guida al Jazz in Italia, e si contraddistingue nel panorama dei festival jazzistici italiani per le direttive portanti, che ne fanno un appuntamento sempre riconoscibile, seguito dalla critica e da un pubblico di appassionati ed esperti: un programma vario, che sfugge alle logiche meramente di mercato, e che alterna ai grandi nomi del panorama jazzistico internazionale i progetti italiani più creativi, scelti con cura dall’associazione tra le tante proposte pervenute durante l’anno. L’asso nella manica del festival è un’attenzione costante verso il territorio, grazie alla fitta rete di collaborazioni con gli enti e le associazioni locali, che ne fa una sorta di contenitore interattivo dove le arti possono compenetrarsi e creare nuove sinergie.

Il successo della kermesse nasce dalla convinzione della direzione artistica che il jazz non sia affare di pochi.  In ogni programma una parte degli appuntamenti è dedicata alle guide all’ascolto, sempre molto affollate, e alle lezioni concerto, attività che gettano il seme per capire e quindi apprezzare questa musica, tutt’altro che elitaria.

La curiosità: Ogni anno la locandina del Festival è frutto dell’elaborazione grafica di un dipinto realizzato da un pittore locale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: